ANTERSASS CASA EDITRICE

intraisass
Letteratura Alpinismo Arti Visive

   RAKAPOSHI Home

   RAKAPOSHI History

   RAKAPOSHI Dream

   RAKAPOSHI ArtVideoMix

   ALPINISTI & ARTISTI

   SPONSOR

   CONTATTI

   BLOG NEWS

Sostenitori Culturali & Sponsor

BISAZZA

FOCUS

MAUD

SVECOM

EDIGRAF

ZERO8000

NETTRADE

COLLIVICENTINI

 

Con il patrocinio

C.A.I.MM

COMUNEMM

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Italian Version GO to English Version


RAKAPOSHI DReam
il tentativo ad una delle montagne più belle e difficili del mondo


Lo Sperone NW del RAKAPOSHI è una delle più grandi sfide per l'alpinismo contemporaneo. Con i suoi 4000 m di dislivello e 7 km di probabile sviluppo presenta agli alpinisti una delle strutture più impressionanti che si possano scalare sulle grandi montagne della Terra. Anzi, lo Sperone NW registra uno dei parametri assoluti che il RAKAPOSHI detiene dal punto di vista orografico; esso è, in quanto sperone, ossia struttura di una montagna dalla forma distinta e coerente dalla base alla sommità [diversamente dalla cresta che può presentare cime intermedie], lo "sperone più lungo del mondo".

Talmente imponente che pochi alpinisti si sono cimentati sui suoi difficili fianchi.

Nel 1987 una spedizione guidata dall' esperto alpinista tedesco Hubert Bleicher, primo salitore di altri due colossi della Valle Hunza, il Shispare (7611 m) e il Batura I (7795 m), si arrestò di fronte a quello che venne definito dagli amici "an unbelievable challenge", una sfida incredibile [o inconcepibile?].

Nel 2001 una spedizione francese con protagonisti giovani fuoriclasse dell'alpinismo francese, Manu Pellisser e Manu Guy, non si alzò molto dalle nere rocce iniziali che davano accesso ai ghiacci sospesi dello sperone.

Tempo non sempre clemente e difficoltà oggettive dello sperone, non facili da conciliare con lo stile alpino e leggero delle moderne spedizioni, sono tra le cause primarie degli insuccessi.

RAKAPOSHI - Sperone N e Sperone NW

Perché un sogno possa diventare realtà, e quindi farsi progetto, bisogna che si dimostri la sua realizzabilità, nonostante le difficoltà oggettive, le incognite incommensurabili e la storia già scritta.

Da cinque anni raccogliamo materiale per dare fondamento alla nostra possibilità di salita. Possibilità che si fonda sull'ipotesi di penetrare sul ghiacciaio inesplorato di Masot e attaccare lo sperone direttamente su ghiaccio e neve.

Immagine satellitare del versante Nord del Rakaposhi con la nostra ipotesi di esplorazione

Una foto satellitare illustra la nostra ipotesi, confermata dalla stupefacente fotografia fatta dell'esploratore Leo Klimmer, l'alpinista tedesco che poco sotto la cima del Sani Pokush, montagna di quasi 7000 m nella catena dei Batura, ha portato  a casa  uno dei più potenti scatti fotografici che mai siano stati ripresi sulle montagne del mondo: la PARETE NORD del RAKAPOSHI nella sua indiscutibile potenza e simmetria >>>

La foto di Leo ha confermato la nostra ipotesi e ci ha permesso di disegnare la possibile linea di salita.

RAKAPOSHI - La nostra ipotesi di salita allo Sperone NW

Qui sotto vista frontalmente, dalla Karakorum Highway.

RAKAPOSHI - La nostra ipotesi di salita allo Sperone NW

Ma chi sono gli alpinisti che hanno messo il piede fuori dal sogno per farlo diventare un'ipotesi di realtà? Un progetto. Un progetto non solo alpinistico, ma anche artistico, un'Opera delle Muse [ciò con cui noi traduciamo le nostre produzioni ArtVideoMix] che vorrebbe lasciare un segno non solo sulla montagna, ma anche sulla pelle di chi le emozioni le riceve attraverso la comunicazione artistica?

Chi sono gli ALPINISTI & ARTISTI impegnati in questa esplorazione multidisciplinare? >>>

RAKAPOSHI 7788 m - KARAKORAM - PAKISTAN

>>> Presentazione FLASH + F11 <<<

© DREAM CREDITS
Leo Klimmer, Manfred Schäfer
Google Image Search
www.spaceimaging.com
MONTAGNE D'ISLAM - Vertical Rock - N° 20 janv./fév. 2002

^ up ^

 © 2005 Antersass Casa Editrice. Tutti i diritti riservati