IL RISVOLTO UMANITARIO DELLA SPEDIZIONE AL MAKALU

Con lo spirito che contraddistingue le genti di montagna sensibili ai bisogni di chi come loro sa cosa sia la vita dura dei monti, le guide di San Martino di Castrozza, che saranno protagoniste della spedizione Makalu 2001, si sono dimostrate più che entusiaste di farsi "portatori" di aiuti umanitari ai bimbi poveri di Kathmandu. Il gesto è semplice, ma importantissimo perché là alla periferia della cittadina che per tutti gli alpinisti è la porta alle grandi vette del mondo, vive un vecchio Padre Gesuita americano che ha dedicato la sua lunga vita in Nepal e la sua incrollabile energia al servizio dei bambini più poveri e dimenticati.

Tutto iniziò più di cinquant'anni fa quando Father Watrin era un giovane prete appena assegnato al servizio della diocesi di Katmandu, da subito la sua attività di insegnante nel locale liceo dei Gesuiti non gli sembrò abbastanza, da allora per sua iniziativa sono sorte tantissime attività e un folto gruppo di giovani cattolici, induisti e buddisti, lui non fa differenze basta che ci si occupi seriamente dei bambini, hanno creato un gruppo di volontariato chiamato "Social action volunteers".

Le loro attività principali sono:

Tutte queste iniziative contano sulla generosità e la buona volontà di chi può aiutarle, non vi sono finanziamenti che ne garantiscano la loro continuità eppure c'è sempre qualcuno che si mette la mano in tasca e permette a questo piccolo ma importante lavoro di continuare ad esistere.

La spedizione di San Martino porterà a questi bambini vestitini, scarpe, giocattoli, materiale di cancelleria per la scuola, medicinali e denaro; già la valle si sta mobilitando per la raccolta, la generosità della compagnia aerea che permetterà il notevole sovraccarico farà il resto.

Negli ultimi anni abbiamo visto troppe spedizioni lanciarsi alla conquista delle vette nepalesi senza tener conto dell'invasione, seppur pacifica, che questo comportava.

Le Aquile di San Martino volano alte. Per loro la conquista del Makalu vuole anche dire trovare un poco di tempo da dedicare a questi piccoli figli delle montagne.

 

* Segue il testo del volantino pro raccolta materiali

> English base version of this page


 

SULLA VIA DEL MAKALU LE AQUILE DI SAN MARTINO PORTERANNO AIUTI UMANITARI AI BIMBI POVERI DI KATHMANDU

 

Alle porte dell'Himalaya tanti bimbi poveri contano sulla generosità di chi è più fortunato di loro.

 

Il folto gruppo di volontari cattolici, induisti e buddisti chiamato

"Social Action Volunteers" che opera sotto la guida di Padre Watrin,

un vecchio padre gesuita americano utilizzerà tutto ciò che vorrete donare loro per:

La scuola elementare che da un'istruzione a 700 bambini poverissimi

I ricoverati dell'ospedale pediatrico

I pazienti dei dispensari

"Le mamme" che imparano a tessere nel laboratorio-scuola

 

Stiamo raccogliendo:

 

· Vestitini usati e scarpine in buone condizioni, sono particolarmente graditi abiti invernali.

· Vestiario da neonati che verrà poi dato da Padre Watrin alle Suore di Madre Teresa che si occupano magistralmente di un folto gruppo di bimbi affetti da tubercolosi.

· Quaderni, penne biro, materiale da disegno, libri da colorare…

· Giocattoli (non rotti).

· Antibiotici a largo spettro.

 

LE NOSTRE GUIDE SARANNO "I PORTATORI" DI TUTTO CIO' CHE LA VOSTRA GENEROSITA' VORRA' FARCI PERVENIRE.

DEI PICCOLI FIGLI DELLE GRANDI MONTAGNE POTRANNO COSI' RICEVERE UN AIUTO DAI FIGLI DELLE LONTANE DOLOMITI!

Per maggiori informazioni chiamate Angela Seracchioli 0439 68054

telefonino 0348 8547876 e-mail funnyangela@hotmail.com

Il punto di raccolta sarà la Canonica di San Martino (contattare il Parroco Don Bepi)

 


 

 Home page MAKALU 2001 

copyright© 2001 intra i sass

all rights reserved

Hosting by Net Trade

 intra i sass 
la rivista di letteratura e alpinismo